Come tagliare una lastra di marmo

La parola marmo deriva dal greco “mármaron” e significa pietra splendente. Essa è una roccia metamorfica pregiata, molto apprezzata per la sua versatilità. Si tratta di un materiale che può essere utilizzato come rivestimento per le pareti del bagno o dei piani cottura, ma adatto anche per impreziosire mensole, piani di mobili e soglie di ingressi e davanzali. È indicato inoltre per le scalinate. Come altre rocce naturali, necessita di essere tagliato. Nella seguente guida vi sarà spiegato come tagliare il marmo con l’ausilio di particolari attrezzature.

Grazie alla tecnica del “fai da te” è possibile tagliare da soli lastre di marmo più piccole e direttamente in casa propria.

Iniziamo preparando un piano di lavoro che ci consenta di poter operare comodamente. Copriamo il terreno o il pavimento sul quale lavoreremo con delle scatole di cartone aperte o con un telo in plastica e poggiamo a terra delle assi di legno sulle quali appoggiare le estremità della lastra di marmo. Dobbiamo avere ben chiaro il punto esatto in cui effettuare il taglio pertanto prendiamo una matita e tracciamo sulla superficie del marmo delle linee guida che ci saranno di grande aiuto durante l’operazione.

Prepariamo l’attrezzo che utilizzeremo per il taglio. Possiamo optare per una smerigliatrice angolare con disco diamantato. Il diamante, infatti, è uno dei pochi materiali capace di tagliare con una certa precisione superfici dure come marmo o vetro. 

Il disco diamantato Ficina CEML è molto diffuso per il taglio del marmo. È una lama diamantata elettroplaccata continua.

Diametri disponibili: CEML 80xM14, CEML 100xM14, CEML 115xM14, CEML 125xM14, CEML 150xM14, CEML 180xM14, CEML 230xFL.22.23

Il disco diamantato Ficina SEM è un’altra scelta popolare per il taglio del marmo. È una lama diamantata elettrolitica segmentata.

Diametri disponibili: SEM 125xM14,    SEM 150xM14,     SEM 180xM14
SEM3-125×22.23,   SEM3-230×22.23
SEM230xFL.22.23,   SEM3-230xFL22.23

Il marmo tende a surriscaldarsi quando sottoposto a lavorazione e ciò potrebbe innescare il surriscaldamento anche del motore della smerigliatrice. Per ovviare a questo problema possiamo, con l’aiuto di un tubo d’irrigazione, posizionare un getto d’acqua leggero sulla superficie del marmo. L’acqua fredda aiuterà ad evitare l’eccessivo aumento della temperatura in più, il marmo mantenuto umido, sarà più facile da tagliare. Il trucchetto dell’acqua conterrà anche la dispersone della polvere che si crea inevitabilmente durante l’incisione.

Ora che abbiamo preparato gli strumenti e creato le condizioni ottimali possiamo procedere con il taglio della lastra. Facciamo ben attenzione a seguire con la lama le linee guida precedentemente disegnate. Il taglio che otterremo non risulterà particolarmente liscio non avendo utilizzato macchinari appositi. Per ovviare a questo problema possiamo strofinare i bordi con pad Diamantato. Sarebbe ideale per levigare con 3 gradini, 5 gradini o 7 gradini Ficina pads Diamantato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.